Dedalus Speaker Elite

Ecco la nuova line-up dei cavi di potenza Ricable: facciamo il punto

In vista del periodo “caldo” dell’anno – evidentemente non in ottica metereologica, ma Hi-Fi – Ricable ha riorganizzato la line-up dei propri cavi di potenza. Ci sono novità assolute, così come piccoli, grandi accorgimenti a prodotti già esistenti. Questa rivisitazione dell’offerta ha avuto lo scopo di mantenere alta l’asticella dei cavi di potenza Ricable in termini di prestazioni, così come un rapporto qualità/prezzo imbattibile. Ma un altro obiettivo è stato quello di diversificare, a livello commerciale, l’offerta, così da offrire a chiunque il cavo giusto per il proprio impianto.

La novità della line-up: Dedalus Speaker Elite

Partendo dalla cima della piramide e dunque dal cavo di maggior prestigio, troviamo Invictus Speaker Reference, che però non è una new entry, bensì una vecchia conoscenza. Scendendo di un gradino troviamo invece una novità assoluta: Dedalus Speaker Elite. Dedalus Speaker Elite nasce per coprire un buco che si era venuto a creare con l’uscita di Invictus Speaker Reference. Questo infatti presentava un divario troppo marcato rispetto al cavo di livello appena inferiore: Dedalus Speaker. Era necessario un cavo che consentisse a chi cercava qualcosa “nel mezzo” di essere soddisfatto. Questo cavo è Dedalus Speaker Elite. Dedalus Speaker Elite è molto vicino, per concezione, a Invictus Speaker Reference, ma presenta piccole limitazioni che consentono di rendere il costo del prodotto finito più abbordabile.

Rispetto al “classico” Dedalus Speaker, però, il balzo in avanti è davvero importante. Questo si manifesta soprattutto per quanto riguarda naturalezza e controllo del suono. Tanto è vero che la dinamica di ascolto ricorda molto da vicino più il fratello maggiore Invictus che non quello minore. Dedalus Speaker Elite non è però un Invictus realizzato in economia, ma nasce da un progetto unico e rivoluzionario che vede, ad esempio, il conduttore progettato da zero con geometria su ispirazione Invictus e una nuova livrea. In definitiva, Dedalus Speaker Elite è la soluzione ideale per impianti di fascia alta, anche se non di livello assoluto; in questa tipologia di impianti Hi-Fi, infatti, pur essendoci stata qualche rinuncia rispetto al cavo Invictus, la differenza di ascolto non è così elevata.

Dedalus Speaker Elite

Cavi di potenza Dedalus e Primus Speaker MKII

È stato proprio nell’ultimo articolo che abbiamo pubblicato che abbiamo parlato di che cosa significhi la dicitura MKII e di come sia nata e poi entrata anche nel mondo Hi-Fi. Non tireremmo fuori questo discorso se non fosse per il fatto che, oltre all’introduzione del Dedalus Speaker Elite, nella line-up dei cavi di potenza il Dedalus Speaker standard ha visto adottati degli accorgimenti che lo hanno portato alla versione MKII. Quello principale è costituito da una schermatura che ora è diventata doppia, cosa che consente una protezione pari a quella dei cavi top di gamma. Inoltre, è stato migliorato anche l’isolamento interno e sono stati maggiorati i dielettrici R-TEC.

Primus Speaker MKII

Mentre Magnus Speaker MKII non presenta alcuna novità aggiuntiva, anche considerato il fatto che in tempi recenti era già stato portato alla versione MKII, il cavo di potenza entry level Ricable, Primus Speaker, si è fatto un po’ più adulto. Come? La cosa più appariscente è senza dubbio il restyling estetico, ma oltre alla forma Primus Speaker MKII migliora anche la sostanza. Questa nuova versione vede infatti l’inserimento di una schermatura in alluminio e mylar appena prima della guaina esterna. Come ricordiamo anche nelle relative pagine prodotto, i prodotti con la dicitura MKII non si riferiscono a un prodotto totalmente nuovo, come Dedalus Elite Speaker, ma a un prodotto rivisto e migliorato nelle proprie, già valide, performance.

La ciliegina sulla torta: Dedalus Bridge Elite

Non abbiamo mai trascurato l’importanza dei ponticelli, anche perché quelli in dotazione sono quasi sempre realizzati con ottone di qualità molto scarsa. Ecco allora che a completare il quadro delle novità relative ai cavi di potenza Ricable ci pensano i ponticelli Dedalus Bridge nella loro inedita variante, disponibile sia con forcelle/forcelle che con forcelle/banane, con i conduttori del Dedalus Speaker Elite. Con questo articolo speriamo di avervi dato una panoramica, sintetica ma esaustiva, della line-up Ricable dei cavi di potenza. I contenuti per gli approfondimenti, però, sono davvero tanti, dunque vi rimandiamo alla pagina dedicata a questa tipologia di cavi per dare uno sguardo complessivo e, eventualmente, approfondire ciascun cavo visitando la relativa pagina prodotto.

idea lampadina novità

Le novità del catalogo Ricable: cavi USB, AES/EBU e varianti del Jack

Settimana scorsa abbiamo riassunto in un articolo quali sono state le versioni migliorate di alcuni cavi Ricable rilasciate di recente. Quest’oggi vogliamo invece riepilogare quali siano le novità del catalogo Ricable. Ci riferiamo ai cavi USB, anticipati dal solo esemplare della serie Magnus, ma con i cavi delle serie Dedalus e Invictus in arrivo a stretto giro; ai cavi AES/EBU, già disponibili nelle tre serie Magnus, Dedalus e Invictus; e ai cavi Jack, presenti a catalogo anche con il connettore da 6,3 mm e con relative prolunghe.

Cavi USB

I cavi USB sono diventati un oggetto di utilizzo quotidiano. Ma quale è la loro funzione in ambito Hi-Fi? I cavi USB in ambito Hi-Fi servono a trasportare un segnale digitale tra un personal computer e un DAC, solitamente. La qualità di tecnica e di materiali dei cavi USB Ricable permette di ottenere risultati grandiosi rispetto a un cavo standard (e non solo) soprattutto se il file sorgente ha una compressione dati lossless. In base ai test che abbiamo effettuato con il cavo USB Magnus, il miglioramento si percepisce anche in PCM e, addirittura, con formati compressi, come l’MP3.

Magnus USB

Sempre prendendo in considerazione il cavo USB Magnus, il meno pregiato – per quanto di altissimo livello – tra quelli presenti nel catalogo Ricable, abbiamo eseguito test informatici per capirne il limite. Il Magnus USB va ben oltre la certificazione 2.0 (che garantisce l’aggancio di segnale fino a 5 m). Abbiamo eseguito test di collegamento con un DAC Hi-Fi con file audio a 96 kHz e una semplicissima pen drive passiva. Il risultato è impressionante. Siamo riusciti a collegare il DAC fino a una distanza di 30 metri, riproducendo file a 96 kHz. Con periferica passiva, che non ha alimentazione ausiliaria e che deve ricevere quella necessaria per funzionare dal cavo, siamo arrivati a 25 metri collegati a una porta USB diretta sul PC.

Dedalus AES/EBU

Cavi AES/EBU

L’AES/EBU è anch’esso un formato standard per l’audio digitale, usato per interfacciare tra loro diversi dispositivi. In Hi-Fi, principalmente, si utilizza per collegare sorgenti digitali al DAC. Alcuni apparecchi di alto livello godono della possibilità di collegamento con cavo XLR a 110 ohm, che migliora le performance di trasmissione rispetto al coassiale RCA classico (gli equivalenti analogici). I cavi AES/EBU Ricable si suddividono nelle tre serie classiche: Magnus, Dedalus e Invictus, con un aumento progressivo della qualità dei materiali e della tecnica costruttiva.

La chiave di un ottimo cavo AES/EBU è che riesca a mantenere un valore il più vicino possibile ai 110 ohm ottimali per il più lungo tratto possibile. In questo senso, anche il cavo che sarebbe il meno pregiato dei tre, quello appartenente alla serie Magnus – comunque eccezionale, svolge un ottimo lavoro.

Cavi Jack 3.5 e 6.3

Si tratta di una linea di cavi per il collegamento professionale e per le cuffie, realizzata sulla base del Magnus Signal. I cavi Jack Ricable sono ideali per collegare o prolungare cuffie di alta fascia, microfoni, mixer e altri apparati di elevata qualità; sono ottimi anche per alcuni strumenti musicali che hanno connessioni Jack 3,5 mm oppure 6,3 mm. Il cavo Magnus Jack 3.5 è, in realtà, una vecchia conoscenza di tutti i nostri clienti più affezionati. A essere aggiunte a catalogo sono però varianti di questo stesso cavo, tutte esclusivamente per la serie Magnus.

Magnus Jack RCA

La prima è la prolunga del cavo Jack 3.5, a cui si affiancano il cavo Jack 6.3 e la relativa prolunga. L’altra aggiunta decisamente interessante è il cavo Jack 3.5 / RCA. Se volete visitare le pagine dedicate a ciascuna nuova linea di prodotti, con dettagli maggiori sia su specifiche tecniche che sui prezzi, non vi resta che cliccare il bottone dedicato a ciascuna novità del catalogo Ricable.