Articoli

La differenza tra diametro e sezione nei cavi Hi-Fi

cavi elettrici fase controfase

Come abbiamo avuto più volte modo di ribadire negli articoli che pubblichiamo sul blog Ricable, un cavo, specie se Hi-Fi, è composto da tantissime parti. Conduttori, connettori, dielettrici, schermature, contatti e chi più ne ha, più ne metta. I materiali e le geometrie tramite le quali le componenti vengono collegate, contraddistinguono ciascun cavo da qualsiasi altro, apportando miglioramenti, sfumature e colori diversi. A patto che l’impianto Hi-Fi sia abbastanza rivelatore per portare alla luce tutto questo. Ogni personaggio che riempie il palco dialoga con l’altro, interferendo e puntando a un risultato che dovrebbe essere, da parte di tutti, uno: quello dell’equilibrio. A questo proposito, può essere utile fare chiarezza sulla differenza tra diametro e sezione nei cavi Hi-Fi.

Differenza tra diametro e sezione del conduttore nei cavi Hi-Fi

Tutte le componenti di un cavo sono importanti, specie se ciò che collega il cavo è costituito da apparecchiature concepite per l’alta fedeltà audio e video. Qualcuna di queste, però, ha un’importanza davvero fondamentale, sia quando parliamo di un cavo di pregio che quando parliamo del cavo di alimentazione della nostra lavatrice. Pensiamo al conduttore. Questo non è nient’altro che il materiale che fa scorrere la corrente elettrica all’interno del cavo. Se è dunque vero che ogni parte è importante, qui siamo di fronte a uno degli elementi centrali.

Una delle incertezze più frequenti che i nostri clienti hanno quando consultano le specifiche tecniche di un cavo Ricable è la differenza tra diametro e sezione di un cavo. Partiamo da un aspetto: il primo valore si misura in millimetri, il secondo in millimetri quadri. Il primo dunque costituisce una lunghezza, il secondo un’area. Immaginiamo ora di tagliare un qualsiasi cavo elettrico e averlo di fronte a noi. Vedremo il conduttore (o i conduttori) e, intorno a questo, il materiale isolante. Il conduttore, essendo cilindrico, formerà un cerchio.

sezione di un cavo

Bene, il diametro di questo cerchio costituisce, per l’appunto, il diametro del conduttore, mentre l’area del cerchio è quella che viene definita sezione del conduttore. La sezione è dunque l’area, espressa in millimetri quadrati, costituita dai fili di rame passanti all’interno della guaina isolante. Questo valore è particolarmente importante, poiché collegato alla capacità del cavo di portare corrente o segnale.

Perché si usa la sezione per misurare i conduttori?

La domanda, a questo punto, è: perché si usa la sezione per misurare i conduttori e non il diametro? La sezione, costituendo l’area del conduttore, indica lo spazio in cui ci sono fili di rame che passano al suo interno. Le variabili, a questo punto, sono tantissime: diametro dei trefoli, materiale dei trefoli, livello di purezza del rame e ancora tanto altro. Ma in linea generale possiamo dire che un cavo che presenta una grande sezione sarà anche in grado di trasportare maggiore corrente.

La domanda che potrebbe sorgere a questo punto è: perché i trefoli si indicano invece con il diametro? La cattiva notizia è che la risposta non è semplice; quella buona è che ve l’abbiamo già data qualche articolo fa – i nostri clienti più affezionati se la ricorderanno. Ci riferiamo all’effetto pelle, di cui abbiamo parlato nell’articolo con cui abbiamo inaugurato questo blog. Chi vuole approfondire il discorso, può farlo cliccando sull’articolo appena linkato. Ma per farla breve, il discorso è che il segnale sonoro non si limita a passare all’interno del trefolo. Anzi, in quanto segnale elettrico a bassa tensione, passa anche e soprattutto sulla superficie conduttiva di ogni singolo trefolo. Motivo per cui il diametro assume primaria importanza. Rilevante è anche, ma in questo caso in sede di installazione, il diametro esterno dell’intero cavo, per capire se potremo fare passare lo stesso per canaline e mobili.

Come si calcola il diametro di un conduttore a partire dalla sezione?

Nel caso in cui si voglia calcolare il diametro di un conduttore a partire dalla sezione (area), una semplice formula geometrica ci viene incontro:

d = A / Π = √ = x2

Poniamo di avere una sezione di 5 mmq. Per trovare il diametro, dovremo dividere questo valore per il Pi greco (3,14). Il risultato è 1,59. La radice quadrata di 1,59 è 1,26, che moltiplicato per due diventa 2,52. Il diametro di un conduttore con una sezione di 5 mmq è 2,52 mm. In rete si trovano strumenti che ci permettono di eseguire in maniera rapida questi e altri calcoli, come You Can Do!.

sezione diametro you can do

L'importanza delle specifiche tecniche nei cavi Hi-Fi

In ogni singola pagina prodotto di ciascun cavo Ricable è possibile trovare una ricca tabella da spulciare, piena di dati tecnici come capacità, resistenza, diametro esterno, geometrie e altre caratteristiche ancora. È difficile che un costruttore di cavi fornisca così tanti dettagli ai propri clienti, e il fatto che in molti apprezzino questa trasparenza ci lusinga particolarmente. Speriamo che questo articolo dedicato alla differenza tra diametro e sezione nei cavi Hi-Fi sia stato interessante e possa essere utile. Se siete curiosi di conoscere tutti i numeri dei cavi Ricable, vi rimandiamo alla pagina dedicata al catalogo completo!

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *