Le Recensioni dei Clienti

Recensione #9 – Cavo di Segnale Invictus Signal – Prova un Ricable

Impianto Rocco 1 Invictus Signal
Rocco
Dal gruppo Facebook Be Connected

Rocco L.

Sorgente: Mark Levinson 390s

DAC: Integrato

Sistema di Amplificazione: Integrato

Amplificatore: Copland CTA 408

Diffusori acustici: B&W 804 D3

La seguente recensione del cavo di segnale Invictus Signal è il frutto dell’iniziativa “Prova un Ricable”, nata, in collaborazione con gruppi d’ascolto o forum Hi-Fi, per raccogliere testimonianze derivanti dall’esperienza reale d’ascolto degli utilizzatori, nel proprio impianto Hi-Fi di riferimento.
Il seguente Feedback è stato realizzato sulla base di un questionario predefinito a cui l’utente ha restituito le proprie impressioni, in maniera completamente libera.
Ringraziamo Rocco per il tempo che ci ha dedicato.

Costruzione ed estetica.Il cavo ti è sembrato solido e accattivante?

Costruzione accurata ed estetica ineccepibile, sicuramente solido e accattivante sin dalla prima vista.

Impianto Rocco 4 Invictus Signal
Impianto Rocco 3 Invictus Signal
In che modo hai eseguito i test per riscontrare differenze?

Inizialmente collegando e scollegando il cavo in prova alternandolo con il precedente VDH. Successivamente, non riscontrando particolari differenze, l’ho collegato all’uscita CD, utilizzando un connettore doppio RCA, con entrambi i cavi a confronto, e a loro volta questi sono stati collegati a due differenti ingressi amplificatore A1-A2 (come da foto).
Quindi durante l’ascolto dei brani con l’ausilio del telecomando dell’ampli ho provato a cambiare l’ingresso 1 con il 2, avendo così immediata la percezione dei due suoni a confronto (fare riferimento al video relativo a uno dei brani tratto da The Wall dei Pink Floyd).

Come hai svolto le prove? Quali brani hai utilizzato per mettere alla prova il cavo?

L’ascolto appare subito relativo a un cavo di notevole qualità sia in termini di dettaglio, di trasparenza, di calore soprattutto con le voci femminili che regalano una certa sensazione di “presenza ” da magica atmosfera.
Anche i vari strumenti appaiono ben distinti tra loro creando una buona scena tridimensionale, masterizzazione del CD permettendo!
I brani utilizzati per la prova sono tratti da Best Audiophile Voices VI, Jack Johnson: Sleep Through the Static, musica rock quali Dire Straits e Pink Floyd e musica MPB con Ana Carolina, star della musica brasiliana contemporanea.

Invictus Signal Contesto
Eventuali differenze rispetto ai cavi di riferimento.
Ne hai riscontrate?

Con mio grande stupore i due cavi a confronto sono apparsi assolutamente identici sotto i vari aspetti qualitativi di trasparenza, separazione scena sonora e quant’altro si possa chiedere a un cavo che nell’impianto ha l’ingrato compito di togliere il meno possibile al segnale originale.
L’Invictus ha tenuto testa a un cavo VDH di indubbio valore senza alcun problema, che onora il team di Ricable per l’eccezionale risultato conseguito.
In conclusione un cavo dall’ottimo rapporto qualità/prezzo che può fare la felicità di molti audiofili senza spendere un capitale.
Ringrazio ancora Ricable per l’opportunità di test offerta a noi audiofili, porgendo i miei più sinceri AUGURI di buone feste e di un prosperoso 2020.

Icons made by Freepik from www.flaticon.com

Cosa ti è piaciuto?

– Vedere quanto già esposto, nulla da segnalare
– L’estetica
– Tridimensionalità
– Suono preciso e accattivante

Icons made by Freepik from www.flaticon.com

Cosa miglioreresti?

– Nulla da segnalare



Articoli correlati

  1. Luciano ha detto:

    Ho conosciuto la marca Ricable che è specializzata nel costruire i suoi cavi di hi-fi e mi sono detto: perchè non provare i suoi cavi? Telefonando nella sede di Oleggio mi rispose il Sig Sergio persona molto gentile e disposta alle mie domande mi convincevo che come persona la trovai molto preparata tecnicamente ed molto convincente.Allora ci accordai di fare acquisto dei suoi cavi rispettivamente la serie della INVICTUS DEI SUB più sempre della stessa serie due cavi di alimentazione cosi sostituii i miei cavi di alim. della NORDOST HEIMDALL 2 che erano montati sul impianto homme theatre fatto dalle elettroniche della YAMAHA PRE CX-A5200 il finale MX-A 5200 mentre i cavi di connessione della marca KLIMO sostituiti della serie bilanciata INVICTUS .Feci la prova ascolto al momento del primissimo ascolto rimasi molto ma molto stupito negativamente della prova che mi risultava molto carico nelle basse e medie tanto che il parlato mi risultasse impastato e chiuso.Mi chiesi che molto probabilmente sarà il fatto che dovranno arrodarsi cosi li riprovai dopo diverse ore così sentii che cambiò notevolmente in meglio risultando che il sub della RELL acquistò un basso molto rotondo e profondo piacevole che non avevo mai prima sentivo così suonare le medie presenti e precise.Il tutto mi soddisfò della scelta fatta e li consiglierei a chi unque vorrebbe acquistarli perchè suonano bene (almeno nel mio impianto) poi sono belli da vedere come sono costruiti con dei connettori robusti e professionali i cavi sono molto maleabili nonostante i suoi diametri importanti.Grazie alla ditta italiana della RICABLE che sa fare benissimo i suoi prodotti

    1. Ricable ha detto:

      Grazie Luciano della sua testimonianza, fra l’altro è stato un piacere conoscerla di persona! A Presto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *