Le Recensioni dei Clienti

Recensione #38 – Cavo Bilanciato Invictus XLR – Ricable Review

Invictus XLR Fulvio
Icona Ricable Review
Il mio Ricable

Flavio V.

Sorgenti: MacBook Pro con Audirvana 3.5 e Qobuz Studio

Amplificatore: Octave V70 SE

Diffusori acustici: Harbeth HL-Compact 7ES-3

Altro: DAC M2Tech Young DSD MKIII con alimentatore dedicato M2Tech Van der Graaf MKII

La seguente recensione del cavo Invictus XLR è il frutto dell’iniziativa “Ricable Review”. Ricable Review è il programma ideato da Ricable, nato per raccogliere feedback dagli audiofili, al fine di portare a un continuo miglioramento dei prodotti presenti nel catalogo. Ultimo ma non meno importante, coloro che aderiscono al programma ricevono a casa un attestato, con lo scopo di attestare come il cliente sia entrato a tutti gli effetti a fare parte della “famiglia Ricable”.
Il seguente Feedback è stato realizzato sulla base di un questionario predefinito a cui l’utente ha restituito le proprie impressioni, in maniera completamente libera. Ringraziamo Flavio per il tempo che ci ha dedicato.

Cosa ti ha fatto scegliere Ricable?

Ho letto molte recensioni di prodotti Ricable i cui possessori tessevano le lodi dei loro acquisti. Ho quindi deciso di provare il cavo di segnale bilanciato della serie Invictus. Il fatto che si tratti di un prodotto italiano e la possibilità di poterlo restituire entro 60 giorni in caso non fossi soddisfatto del risultato sono stati per me due fattori fondamentali.

Invictus XLR Fulvio
XLR_Invictus
Cosa pensi della costruzione
e dell’estetica
del prodotto?

Ho notato una estrema cura dei dettagli, a iniziare dalla scatola: realizzata con molta cura, dai colori accattivanti e con una schiuma all’interno che protegge i cavi da eventuali urti durante il trasporto. I cavi stessi si sono poi mostrati molto accattivanti: di generosa sezione, ma non eccessivamente rigidi e di un bel colore azzurro. Un plauso particolare ai connettori; si percepisce subito il grande livello di finitura e precisione nella realizzazione che garantiscono un’ottima connessione con le elettroniche.

Come hai svolto le prove? Quali brani hai utilizzato per mettere alla prova il cavo?

Non ho usato alcun metodo particolare; ho semplicemente ascoltato i dischi/brani che conosco di più per poter apprezzare le differenze fra le due configurazioni: Invictus bilanciati contro i precedenti cavi sbilanciati di un noto costruttore americano. L’unico accorgimento che ho usato è stato quello di lasciar suonare l’impianto con gli Invictus per una ventina di ore prima di fare degli ascolti “seri”.

Invictus XLR_View04_F
Invictus XLR Fulvio
Quali sono state le tue
impressioni di ascolto?

Mi aspettavo dei piccoli miglioramenti, dovuti al fatto che i cavi che avevo prima erano dei modelli alla base della gamma del costruttore. Passato il periodo di rodaggio (anche se il fatto di rodare le elettroniche e, ancor di più i cavi, mi ha sempre lasciato un po’ perplesso in merito ai reali benefici) sono invece rimasto semplicemente a bocca aperta. Le differenze c’erano, e anche evidentissime. Con gli Invictus il livello di dettaglio è impressionante: le voci sono limpide, cristalline al punto di far sembrare che Agnes Obel sia seduta davanti a me a cantare. Posso fare un altro esempio citando Bruce Springsteen nel brano The Ghost of Tom Joad. Con i cavi precedenti sembrava che Bruce troncasse l’ultima sillaba di quasi tutte le parole; gli Invictus riescono invece a far passare tutte le informazioni, aumentando a dismisura il piacere d’ascolto. Ho riscontrato un altro miglioramento nelle basse frequenze: più imponenti di prima, ma totalmente prive di slabbrature. Anche la ricostruzione sonora è notevole; si percepisce appieno la posizione di strumenti e voci, senza alcuna confusione.

Le tue conclusioni.

In conclusione posso dire che gli Invictus hanno veramente fatto la differenza nel mio impianto, portandolo a un altro livello. Magari non sarà così per tutti, ma vale sicuramente la pena di provarli (se poi non vi soddisfano, potete sempre restituirli). Ritengo anche il prezzo non sia per niente eccessivo, visti anche la notevole cura nelle realizzazione e l’impiego di materiali pregiati. E poi, dulcis in fundo, sono italiani!

Icons made by Freepik from www.flaticon.com

Cosa ti è piaciuto?

– Performance
– Estetica
– Rapporto qualità/prezzo

Icons made by Freepik from www.flaticon.com

Cosa miglioreresti?

– Nulla da segnalare


Articoli correlati

  1. Raffaello Crolli ha detto:

    Un’altra testimonianza dell’elevato spessore di questo marchio.
    Sono un felice possessore di un cavo Invictus di segnale ( sbilanciato) e noto con soddisfazione che le impressioni che ho avuto io, sono condivise da molti audiofili.
    Un buon ascolto a tutti.
    Raffaello

    1. Ricable ha detto:

      Salve Raffaello, grazie per i complimenti! Felici che sia soddisfatto dei nostri cavi!

  2. antonio_guglielmi ha detto:

    Io ho solo da ieri una coppia di invictus di potenza e confermo quanto leggo…
    Sono in procinto di prendere anche i cavi per le connessioni tra pre e finale e con la sorgente e prendo i considerazione la serie invictus xlr

    1. Ricable ha detto:

      Salve Antonio, grazie mille per la sua conferma. Fa sempre piacere!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *